Fabio Ciarla e la comunicazione nel vino

La comunicazione del vino deve essere incentrata sulla conoscenza o ci possono essere altri modelli di comunicazione? Quanto è importante “tarare” la comunicazione verso neofiti e giovani? Il vino può essere una esperienza leggera e più immediata?

Le radici di Fabio sono qui, nei Castelli Romani. Per quale motivo il vino laziale fatica così tanto ad entrare nella Carta dei Vini dei ristoranti?

Facebook
Telegram
Pinterest
WhatsApp
Email
Picture of Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018. In giurie internazionali dal 2020. Editor e Co-founder di TheUnique. Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.

Leggi anche...