La Ginza Room di Drink Kong…quando le parole non servono

Si, confesso che varcare la porta della nuova Giza Room del Drink Kong lascia bocca aperta. E’ complicato raccontare il cambio di ambiente, di mood e di atmosfera che ti avvolge al semplice passaggio di quella porta. Una sala riservata, in totale stile giapponese, con un tavolo comune centrale che corre lungo una parete fatta di teche, ognuna delle quali custodisce una chicca.

All’angolo della sala c’è un Port Ellen 40 anni che domina. Per tutto il resto preferisco lasciarvi alle immagini.

Il Drink Kong è inserito nella World’s 50 Best Bars 2023, la classifica dei migliori bar del mondo, e Lorenzo Mancusi è il General Manager. Però, basta uno scambio per entrare in contatto rapidamente con la sua competenza e in particolar modo con la passione per il suo lavoro.

La Giza Room nasce in collaborazione con Diageo e con l’idea di rendere sostenibile la degustazione di Whisky di grandissima qualità. Sapere di avere a Roma una opportunità del genere mi sembra decisamente una bella occasione.

Queste le etichette disponibili nella Ginza Room di Drink Kong:

Talisker 40 yo
Distillato: 1978—Imbottigliato: 2018 Single Malt 50% Vol.
Botte: Sherry Quo Vadis Amontillado di Delgado Zuleta
N° di bottiglie: 2000

Pittyvaich 25 yo
Distillato: 1989—Imbottigliato: 2015 Single Malt 49,9% Vol.
Botte: Rovere americana e botti ex Bourbon
N° di bottiglie: 5922

Pittyvaich 25 yo
Distillato: 1989—Imbottigliato: 2019 Single Malt ⁄ Cask Strenght 51,4% Vol.
Botte: Ex Sherry di Pedro Ximenez e Oloroso
N° di bottiglie: 4976

Mortlach 21 yo
Distillato: 1999—Imbottigliato: 2020 Single Malt ⁄ Cask Strenght 56,9% Vol.
Botte: Rovere e botti di Sherry Oloroso e Ximenez
N° di bottiglie: 7644

Oban 21 yo
Distillato: 1996—Imbottigliato: 2018 Single Malt ⁄ Cask Strenght 57,9 % Vol.
Botte: Rovere europeo

Port Ellen 40 yo 9 Rouge Cask
Distillato: 1999—Imbottigliato: 2020 Single Malt / Cask Strenght 50,9% Vol.
Botte: 9 botti di rovere diverse
N° di bottiglie: 1380

Lagavulin 26 yo
Distillato: 1994—Imbottigliato: 2021 Single Malt 44,2% Vol.
Botte: ex sherry Pedro Ximenez di primo riempimento e refill ex Sherry Oloroso
N° di bottiglie: 7542

Dalwinnie 30 yo
Distillato: 1989—Imbottigliato: 2020 Single Malt ⁄ Cask Strenght 54,7% Vol.
Botte: ex refill Bourbon di Rovere americano.
N° di bottiglie: 7584

Inchgower 27 yo
Distillato: 1990—Imbottigliato: 2018 Single Malt ⁄ Cask Strenght 55,3%Vol.
Botte: Rovere americana per i primi 17 anni e gli ultimi dieci in Rovere europeo.  N° di bottiglie: 5352

Glen Elgin 18yo
Distillato: 1998—Imbottigliato: 2017 Single Malt ⁄ Cask Strenght 54,8% Vol.
Botte: ix-sherry di tipo Bodega e in botti refill di Rovere europea. N° di bottiglie: 5352

Blair Athol 23 yo
Distillato: 1993—Imbottigliato: 2017 Single Malt ⁄ Cask Strenght 58,4 % Vol.
Botte: Rovere europea, con nuova tostatura e passaggio di vino fortificato della Gran Bretagna. N° di bottiglie: 5514

Teaninich 17 yo
Distillato: 1999—Imbottigliato: 2017 Single Malt ⁄ Cask Strenght 55,9% Vol.
Botte: ex Bourbon e botti ex Sherry Amoroso
N° di bottiglie: 5352

Auchroisk 25 yo
Distillato: 1996—Imbottigliato: 2016 Single Malt ⁄ Cask Strenght 51,2 % Vol.
Botte: mix di Rovere americano e europeo
N° di bottiglie: 3954

Cambus 40yo
Distillato: 1975—Imbottigliato: 2016 Single Malt / Cask Strenght 52,7% Vol.
Botte: Rovere riutilizzate, chiamate Hogsheads
N° di bottiglie: 1812

Cameronbridge 26 yo
Distillato: 1996—Imbottigliato: 2022 Single Grain / Cask Strenght 56,2% Vol.
Botte: refill ex Bourbon

J.W. Blue Brora Ghost and Rare 8 Legendary Whiskies
Blend di Single Malt provenienti da Brora chiusa nel 1983 e da altre 7 distillerie, Cambus, Pittyvaich, Cameronbridge, Clynelish, Glenkinchie, Glenlossie e Royal Lochnagar. 46% Vol.

J.W. Blue Ghost and Rare Glenury Royal
Blend di single malt che provengono principalmente da Glenury Royal ma anche da Pittyvaich, Cambus, Glen Elgin, Inchgower, Glenlossie, Cameronbridge e Glenkinchie. 43,8% Vol.

J.W Blue Ghost and Rare Port Dundas
Blend di 8 single malt. 3 da distillerie fantasma Brora, Cambus, Port Dundas; 5 da distillerie reserve di Diageo, Cameronbridge, Glenkinchie, Clynelish, Dailuaine e Auchroisk. 43,8 % Vol.

J.W. Blue Ghost and Rare Pittyvaich
Blend di single malt provenienti da principalmente Pittyvaich chiusa nel 1993 e da Port Dundas e Carsebridge; con aggiunta di Mannochmore, Auchroisk, Cragganmore, Strathmill e Royal Lochnagar. 57,9% Vol.

J.W. Blue Ghost and Rare Port Ellen
Blend di single malt provenienti principalmente da 3 distillerie chiuse, Port Ellen chiusa nel 1983, Caledonian e Carsbridge, e 5 Rare Malt da Dailuaine, Mortlach, Blair Athol, Oban e Auchroisk. 43,8% Vol

J.W. Blue 200 Anniversario
Blend di single malt di 4 distillerie chiuse: Brora, Carsebridge, Cambus e Port Dundas, e di 4 distillerie ancora operative: Oban, Lagavulin, Blair Athol e Teaninich. 43,8% Vol.

J.W. Blue Rare Side Of Scotland
Blend di sigle malt provenienti delle distillerie di Diageo. Dedicata all’Aurora Boreale e alla fauna scozzese. 40 % Vol.

J.W Blue Year Of The Ox
Blend di single malt provenienti dalle distillerie di Diageo.
Dedicata al Capodanno cinese e celebra il personaggio del Toro. 40 % Vol.

 

 

Facebook
Telegram
Pinterest
WhatsApp
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018. In giurie internazionali dal 2020. Editor e Co-founder di TheUnique. Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.

Wining.it & TheUnique

Wining.it inizia estende il proprio punto di vista entrando a far parte di TheUnique Group. Cerchiamo

Leggi anche...