La “Vigna Tonda” di Antonelli

La prima volta che ho bevuto “Anteprima Tonda” in quel di Montefalco, al di là del meraviglioso e intrigante vino che avevo nel calice, mi sono inevitabilmente incuriosito del trovare la parola “tonda” nell’etichetta di questo vino.

Poi, insieme a Filippo Antonelli e Luca Rosati ho avuto modo di guardare le vecchie mappe, appese muri ai muri di Antonelli San Marco, e e ho capito che l’Anteprima era “tonda” in quanto faceva riferimento alla “Vigna Tonda” di Antonelli.

E’ una anteprima –  e parliamo di quel meraviglioso vitigno che è il Trebbiano Spoletino –  in quanto l’idea è quella di realizzare un Cru fatto di sole uve provenienti dalla Vigna Tonda.

Purtroppo sono drammaticamente curioso, e quindi non mi bastava sapere che ci fosse una vigna tonda. Ci ho volato sopra, e devo dire che l’effetto è stato decisamente bello. E’ per questo che voglio condividerlo con voi.

 

Facebook
Telegram
Pinterest
WhatsApp
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018. In giurie internazionali dal 2020. Editor e Co-founder di TheUnique. Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.

L’Etna di Donnafugata

E’ una Sicilia a 360 gradi quella presentata da Donnafugata. Parlando con Baldo Palermo, direttore marketing

Leggi anche...